Quel maledetto scatto alla risposta

Dovendo cambiare gestore di telefonia mobile per punire l'opinabile comportamento di Wind, ho fatto, mio malgrado, delle ricerche nei luoghi più infidi del web: siti dove i sorrisi, le belle donne e i layout grafici nascondono i contenuti, ovvero i siti dei gestori di telefonia. Questi dovrebbero ESCLUSIVAMENTE mostrare un elenco di tariffe e servizi, invece, come i peggiori vigliacchi, nascondono le loro abominevoli tariffe o dietro tette e culi o dietro improbabili bonus tipo "10 miliardi di suonerie in 3 giorni".
La buca dove dove ci troviamo è veramente profonda.

Premessa:
Coloro che possiedono un cellulare si distinguono in due categorie: quelli che conoscono a memoria tutte le tariffe di tutti i gestori (anche esteri) e coloro che non se ne importano nulla. Per un breve periodo della mia vita ho provato a far parte della prima categoria ma quando iniziai a incasinarmi con le SIM (togli e metti, rimetti e ritogli) decisi di avere un solo numero e di scegliere un'unica tariffa che mi semplificasse la vita. Oggi ho cercato nei 4 gestori nazionali una tariffa senza scatto alla risposta, tariffata a secondi, secondo il principio tanto caro del "pago quello che consumo".

Ho immediatamente escluso tariffe rinnovabili, opzioni che oggi ci sono e domani chissà, tariffe vincolate a riti voodoo o famigerati trucchetti del tipo SOLVE ET REPETE. Non voglio anticipare nulla, non voglio nessun rimborso dopo e non me ne frega nulla di tariffe che il giovedì mi fanno parlare gratis nelle ore dispari.

Analisi:
Chiarito il concetto ne esce un quadro desolante.

Tim Club- 19 cent al minuto. SMS 15 cent ( circa 50 righe di note piccole)
Wind - 24 cent al minuto. SMS 15 cent (poche righe di note piccole)
Tre - Non possiede tariffa senza scatto alla risposta
Vodafone easy day - 15 centesimi al minuto. SMS 15 cent (circa 75 righe di note piccole)

Sembrerebbe che Vodafone sia la più conveniente !

In realtà la tariffa vale solo se si fa almeno una ricarica al mese. Questa è una palese violazione del decreto Bersani. Tre ha dovuto eliminare la power ricarica e VodaFogn si inventa lo stesso meccanismo (paghi di meno se lo usi in meno tempo) scrivendolo al contrario. Ma l'antitrust che cosa fa ? dorme ? intasca mazzette ? si gratta ?

riporto il comma 1 dell'articolo 1 del DL 7/2007


1. Al fine di favorire la concorrenza e la trasparenza delle tariffe, di garantire ai consumatori finali un adeguato livello di conoscenza sugli effettivi costi del servizio, nonché di facilitare il confronto tra le offerte presenti sul mercato, è vietata, da parte degli operatori della telefonia mobile, l'applicazione di costi fissi e di contributi per la ricarica di carte prepagate, anche via bancomat o in forma telematica, aggiuntivi rispetto al costo del traffico telefonico richiesto, nonché la previsione di termini temporali massimi di utilizzo del traffico acquistato.


Nel caso della Power Ricarica si disponeva di credito superiore qualora lo si fosse utilizzato in un ambito di tempo ristretto.
Nel caso di Vodafogn si ha una tariffa scontata SE si ricarica in un ben determinato ambito temporale.
Mi sembra esattamente la stessa cosa.

All'estero la situazione è ancora peggiore (incredibile ma vero)
Francia
SFR:
Se ricarichi 95€ te ne regalano altri 30 !
0,55 cent al minuto. SMS 10 cent

Inghilterra
Orange
22 cent al minuto CON scatto alla risposta di 22 cent (al cambio odierno dato che usano la sterlina)
non sono riuscito a trovare una tariffa senza scatto !


Ci salveranno i gestori virtuali di telefonia mobile ? Coopvoce e Carrefour dovrebbero partire in primavera. Faranno resuscitare la concorrenza ? Con questa triste analisi spero di chiudere i miei post sul mondo GSM. I gestori di telefonia in fondo sono come gli avvocati, meglio non averli tra i piedi.

Saluti

Massimo De Disprezzo

www.maxdisprezzo.com

Commenti

Post più popolari