Sul Peer2Peer e sui paladini della legge

L'italia è uno strano paese. E' un posto dove si legifera su tutto e si fa il contrario di tutto. Si fanno approvare in tutta fretta delle leggi "errate" con la promessa di rivederle subito dopo l'approvazione (URBANI DOCET). I ministri scrivono e firmano le leggi per poi dichiararle ufficialmente come "PORCATE" ( CALDEROLI DOCET ) e tutto nella italica ignoranza e beatitudine del cittadino medio che ridacchia sardonico degli eventi anzichè indignarsi.

Può accadere solo in italia pertanto che venga approvata una legge che prevede fino a 3 anni di carcere per la condivisione di mp3 con programmi p2p e che, nello stesso tempo, ci si indigni profondamente quando qualcuno, perdipiù straniero, cerca di farla rispettare.

Una casa discografica tedesca ha letto la legge italiana sulla condivisione p2p e ha pensato bene di farla applicare. Dopotutto perchè non dovrebbe ? c'è una legge che sembra fatta apposta e questi sono tempi grami... così fa partire 3636 raccomandate a incauti pirati informatici rei di aver condiviso alcuni mp3.

Risultato:
I politici che si scandalizzano, il garante per la privacy che si costituisce parte civile nel processo, Beppe Grillo che fa un bel post sul suo blog e tutti che sotto sotto si fanno la stessa domanda. Ma come viene in mente a questi tedeschi di far rispettare una legge italiana ? Non sanno come funziona qui da noi ?

Qualsiasi internauta degno di chiamarsi tale si è scaricato qualche mp3 dalla rete. Tutti sanno che è illegale il download di materiale protetto da diritti d'autore, eppure, al riparo del VIRTUALE anonimato che scaturisce dal fatto di trovarsi tra le proprie mura, nasce l'erronea e italica sicurezza che "tanto lo fanno tutti" oppure "e ci devo andare di mezzo proprio io" ?

Se fossimo persone dotate di un certo spessore morale ci dovremmo indignare non quando ci pescano con le mani nel sacco, ma prima, quando politicanti inconcludenti scrivono delle leggi anacronistiche con delle pene incredibilmente alte. In italia esiste il divieto delle pene esemplari, eppure sembra che se lo siano dimenticato.

Come andrà a finire ? io scommetto sulla prescrizione del reato per tutti i 3636 con grande strizza di tutti i "pirati". La giustizia italiana è prevedibile, sopratutto quando qualcuno cerca di far applicare una legge in difesa dei propri interessi e ha solo 5 anni di tempo.

Saluti

Massimo De Disprezzo

www.maxdisprezzo.com

Commenti

Post più popolari