Sui politici insostituibili

Il giochino gli è riuscito bene. Hanno prima fatto una legge sui contratti di lavoro precari, e poi l'hanno intestata ad un defunto. Così hanno creato un binomio indissolubile che il defunto, disgraziatamente, non può più smentire. Chi parla male del precariato, per D'Alema o per Casini, parla automaticamente male di Biagi.

Io non ci vedo nulla di offensivo nel video "incriminato" da questi politici... e anzi mi fa sorgere una domanda:
I politici hanno reso precari noi, avremo o no il diritto di rendere precari loro ?

2 legislature mi sembra un termine di gran lunga più garantista di un ricercatore a 3 mesi.


Massimo De Disprezzo
www.maxdisprezzo.com


Commenti

valeria ha detto…
Risveglio delle coscienze? Come darti torto. Ti lascio qui una iniziativa scovata in rete.
Grazie
v.

Avete voglia di manifestare il vostro dissenso nei confronti della classe politica come hanno fatto gli autori di quest’antologia?

Scrivete la vostra lettera a uno o più politici della terra e partecipate al concorso “I nostri ponti hanno un’anima, voi no” con una email (max 2000 caratteri) e inviatela a lettereaipolitici@fazieditore.it entro e non oltre il 15 novembre 2007.
Le migliori saranno lette dagli autori stessi in occasione della presentazione dell’antologia che si terrà l’8 dicembre 2007 alla Fiera Più libri più liberi a Roma e pubblicate sul sito della casa editrice. Gli autori riceveranno inoltre 10 libri in omaggio dal catalogo.

Post più popolari