Sul legiferare disinvolto

Quando finisce Zelig, quando neanche le vignette della settimana enigmistica fanno più ridere, allora non rimane che una sola cosa. Studiare l'operato del legislatore !

Ho sempre trovato paradossale che il mestiere di politico, e quindi di legislatore, sia l'unico che non richieda nessun titolo.
Per fare il giudice è necessario passare concorsi severissimi. Per difendere un cliente da un sopruso è necessario studiare legge e superare un rigido esame di abilitazione alla professione forense. Finanche per entrare nel corpo dei carabinieri è richiesta una laurea magistrale in giurisprudenza.

Tuttavia per scrivere le stesse leggi che questi soggetti plurititolati devono far rispettare, non è necessario nulla più che manifesti con faccioni sorridenti e alcuni voti nell'urna.

Per fortuna degli inguaribili ottimisti, il risultato di questo legiferare disinvolto si trova in migliaia di leggi. Oggi parleremo della L 160/2007.

Il buffo Art 3 recita testuale:

"9. Chiunque supera di oltre 40 km/h ma di non oltre 60 km/h i limiti massimi di velocita' e' soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 370,00 a euro 1.458,00. Dalla violazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi con il provvedimento di inibizione alla guida del veicolo, nella fascia oraria che va dalle ore 22 alle ore 7 del mattino, per i tre mesi successivi alla restituzione della patente di guida. Il provvedimento di inibizione alla guida e' annotato nell'anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, di cui agli articoli 225 e 226 del presente codice.

Se vi state chiedendo per quale motivo, chi supera il limite di velocità non può guidare di notte, lasciate perdere. Saltate direttamente all'art 3-bis:

E' fatto divieto di tenere il motore acceso, durante la sosta o fermata del veicolo, allo scopo di mantenere in funzione l'impianto di condizionamento d'aria nel veicolo stesso; dalla violazione consegue la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 200 a euro 400.";

C'è da dolersi soltanto che l'articolo non sia firmato da chi l'ha suggerito. Solitamente la settimana enigmistica premia le barzellette pubblicate con premi in denaro !

Massimo De Disprezzo
blog: www.maxdisprezzo.com




Commenti

Post più popolari