Sulle biciclette che (poi) necessitano di pedalate

Non ricordo precisamente quando, eppure è una delle prime cose che mi è stata insegnata. Ad ogni azione corrisponde una responsabilità. Se scagliavo un giocattolo per terra e questo si rompeva rimanevo senza giocattolo. Senza se e senza ma.

Riverniciavo la bicicletta per cambiargli colore ? Anche in caso di eclatante schifezza me la sarei tenuta così.

Sono stato sempre libero di fare quello che volevo. Ma ne sono stato sempre messo di fronte agli esiti.

Oggi leggo la storia di un signore che rivendica un simbolo di uno scudo crociato. Leggo di pareri contraddittori; prima glielo negano, poi rinnegano se stessi... e alla fine di mille crociate il Signor Pizza ottiene legittimamente il diritto all'uso del simbolino.

Adesso però il Signor Pizza vuole creare un po' di casino, ha il giocattolo nuovo e vuole mostrarlo a tutti gli amichetti, chiunque lo farebbe. Così fa notare che lui non ha avuto i 30 giorni di tempo per la sua campagna elettorale. Se esistono delle regole vanno applicate no ? In fondo a chi interessa se il diritto ad usare il simbolo gli è stato dato in ritardo ? A maggior ragione non gli si può aver dato un diritto "monco" di alcune prerogative ( i 30 giorni ). E allora ?

Siamo palesemente di fronte al frutto dell'inefficienza sistematica che si scontra con la rigidità del legislatore. Quando i termini si dilatano ogni oltre ragionevole limite, quando le cause si trascinano per decenni, quando nessuno alla fine è mai colpevole di nessuna sentenza errata, allora certezza del diritto diventa utopica e le situazioni che viviamo divengono paradossali come questa.

Il Signor Pizza ha ragione. Gli altri 60 milioni di Italiani se ne fregano e non vogliono rimandare la data delle elezioni; chi potrebbe sopportare altre settimane di comizi di questi piazzisti ? E se il 71enne Mastrolindo schiatta per il troppo affanno ? Dovremmo rinviare di nuovo per togliere il suo simbolino dalle schede ?


Fra poche ore, sono sicuro, con un escamotage del tutto italico, sarà proclamata la data delle elezioni come non rinviabile. Al Signor Pizza andrà solo un merito, l'aver fatto notare a tutti, ancora una volta, che in Italia non funziona più niente.

Massimo De Disprezzo
blog: www.maxdisprezzo.com

Commenti

Post più popolari