Sull'esercito nelle città

Mi fa rabbia vedere con quanta facilità una menzogna possa risultare credibile se ripetuta a tamburo battente da 6 canali televisi.

Davanti alla stazione di Roma o davanti alla stazione di Milano abbiamo dei militari in divisa. Il governo Mastrolindo bis ha pensato bene di riciclare 3000 soldati, prima per nascondere la spazzatura di napoli sotto il tappeto e poi per dare una impressione di forza.

Quando qualcuno ha detto: ma perchè non potenziamo carabinieri e polizia ? la risposta mediatica è stata: magari ! ma non ci sono soldi.

Così oggi 59,9 milioni di Italiani accettano di buon grado di vedere delle divise verdi in città perchè, ahimè, l'italia è un paese povero... e quindi tanto vale sfruttare i soldati che non fanno nulla.

Ma davvero non abbiamo spiccioli per pagare la benzina delle volanti ?

Forse gli "sprechi" del denaro pubblico non sono dovuti dai dipendenti assenteisti ma dai furboni che votiamo con una X nel seggio elettorale ?

Ecco alcuni casi di sprechi INAUDITI che ho rintracciato nella mia memoria con l'aiuto di google in pochi minuti. A volerli cercare tutti ci sarebbe da piangere per l'eternità:

Alitalia
  • Governo Prodi: nel 1998 vi e' stata una ricapitalizzazione aperta agli azionisti terzi per 3.000 miliardi di lire (1.549 milioni euro);
  • Governo Berlusconi: nel 2002 vi e' stato un aumento di capitale per 1.432 milioni di euro
  • Governo Berlusconi: nel 2004 un prestito ponte di 400 milioni di euro
  • Governo Berlusconi: nel 2005 un aumento di capitale per 1 miliardo e 6 milioni di euro e il ricorso al mercato obbligazionario per oltre 500 milioni, con la promessa dell'utile nel 2006 (quell'esercizio si e' chiuso in rosso per 626 milioni di euro!!!);
  • L'ultimo 'prestito ponte' di 300 milioni di euro, appena trasformato in finanziamento a fondo perduto, e' stato sottratto dal fondo per la ricerca scientifica! ( fonte ADUC )
Totale ? 5,2 miliardi di euro in 10 anni ( MILIARDI DI EURO !!! )
Pagati da ognuno di noi, con le nostre tasse sulla benzina, sui nostri F24, dai nostri commercialisti... tutti noi indistintamente.

Braccialetto elettronico
  • 2003: Governo Berlusconi. Il ministro Castelli fa partire la sperimentazione del Braccialetto elettronico per i detenuti. La gestione va a Telecom ( TELECOM ). Per 400 braccialetti paghiamo, tutti noi, 11 milioni di euro l'anno. Il primo dei 400 tester è evaso ed è tutt'ora latitante. Ad oggi, in funzione ce ne sono soltanto 13. Circa 800.000 euro a bracciale, per ogni anno. Praticamente si potevano costruire delle carceri ad personam a 5 stelle e si risparmiava
Il portale turistico dell'italia
  • 16/01/2003: Sulla scia del fantastico www.spain.info il ministro Rutelli fa nascere, con 45 milioni di euro, il leggendario portale turistico dell'italia. Solo il logo viene 100.000 euro ( il cetriolo mozzato ) Il sito, da leggendario, diviene presto leggenda. Il progetto è morto perchè sostanzialmente era una inutile accozzaglia di informazioni senza uno scopo. Una specie di elenco del telefono dove trovare i numeri degli alberghi per gli italioti che non sanno usare google. Quando il progetto è defunto Rutelli si scuserà dicendo che il progetto era partito dal governo Berlusconi e quindi lui non c'entra niente. Dopotutto i 45 milioni di euro mica li ha messi lui.
Il ponte sullo stretto di Messina
  • Intorno al 2003 il governo Berlusconi ne affida la costruzione ad una ditta che fa capo al Ministro Lunardi. Chi meglio del ministro delle infrastrutture può sapere come progettare un ponte ? Il successivo governo Prodi, nelle vesti del Ministro Bianchi decide che il ponte non serve. Morale della favola ? 500 milioni di Euro di penale pagati da tutti noi nei confronti dello studio di progettazione dell'ex Ministro Lunardi.
Risarcimenti libici
  • Il 30 agosto 2008 il governo Mastrolindo Bis ha concluso un impegno con Gheddafi per i danni che l'Italia ha procurato alla Libia nel periodo coloniale. Per i prossimi 20 anni, l'italia verserà alla Libia 250 milioni di euro all'anno. Per un totale di 5 miliardi di euro.
Cinematografia
  • centinaia di milioni di euro deliberati come finanziamenti per film che a volte hanno venduto 25 biglietti. una ventina di milioni di euro solo tra GIUGNO E SETTEMBRE 2006 . Per carità la cultura è importante ma a giudicare dai titoli credo che i soldi siano stati concessi con allegria.

Purtroppo credo che l'elenco possa continuare all'infinito ma il mio tempo è poco e la mia memoria è limitata.
In soldoni, è il caso di dire, abbiamo due ordini di problemi. Il primo riguardo la disinvoltura con cui i nostri dipendenti spendono soldi non proprio senza doverne rendere conto a nessuno. Il secondo problema riguarda l'errata ripartizione delle spese. Forse tagliuzzando qualcosina si poteva potenziare l'arma dei carabinieri ? o il Corpo di Polizia ? Forse non sarebbe stato necessario tagliare 87.000 dipendenti dalla Meritocrate Gelmini ? Vorse non sarebbe stato obbligata la riduzione del 40% degli stipendi dei magistrati ?

Quando tornate nell'urna, ricordatevi di questi sprechi, e punite chi vi ha messo le mani in tasca per finanziare l'amichetto industriale o l'amichetta meretrice.

Massimo De Disprezzo
www.maxdisprezzo.com

Commenti

Post più popolari